Comunità"   Cuore di Gesù "
trinitàcg
cuorecg
Messa dei Malati: La sua Particolarità

 

homemessa_malatiadorazioneincontri_preghieraevangelizzazione_volontariatoritiri_eventi

Proprio a te che stai leggendo vogliamo darti il
“Benvenuto”

benvenuto

(Raccoglimento Comunitario Prima della Concelebrazione Liturgica)

IN QUESTO FOGLIO TROVERAI NOTIZIE ED AVVISI.

Premesso che:
    - Siamo tutti ammalati nello spirito e nel corpo, chi più chi meno.
    - Siamo tutti peccatori nessuno escluso.

Ci rechiamo alla “Messa degli ammalati” per:
    - essere “guariti” dalle nostre infermità sia interiormente che fisicamente per mezzo delle:
        “Piaghe di nostro Signore Gesù Cristo”
    - avere ogni volta “una nuova conversione”.

- Che cosa è la Messa dei malati?
    È una concelebrazione liturgica. Se, tu che stai leggendo, sei un Sacerdote, puoi concelebrare,
    ma, ricorda, di portare camice e stola.

- Cosa facciamo?
1) Recitiamo il Santo Rosario in Preparazione della S. Messa.
2) Invochiamo lo Spirito Santo - e cantiamo in lingue.
3) Facciamo l’unzione con olio benedetto a tutti i partecipanti con l’imposizione delle mani.
4) Preghiamo per una guarigione fisica e interiore.
5) Condividiamo le “Parole di conoscenza”.
6) Testimoniamo le guarigioni ricevute.

- Che cosa è un canto in lingue?
    É un dono di preghiera contemplativa che può essere vocale, parlato o cantato. Quando prego in             contemplazione non ho parole; guardo Gesù con gli occhi della fede senza parole,pensieri... ecc.                 Quando prego in lingue è la stessa cosa. Non comprendo quello che dico, non è un vero linguaggio;         almeno nella maggior parte dei casi non è intelligibile; il linguaggio risiede nel cuore. Il Signore conosce     tutto quello che è nel mio cuore, non ha bisogno delle mie parole; è come una mamma che comprende il     linguaggio del suo bambino che ancora non sa parlare - è un linguaggio dell’amore.
         Non è di proprietà dei carismatici ...poichè chi parla con il dono delle lingue non parla agli     uomini ma parla a Dio” (1a Lettera ai Corinzi, cap. 14, versetti 2/4).Ed ancora “...nemmeno                 sappiamo che cosa sia conveniente domandare ma lo Spirito stesso intercede con insistenza per     noi con gemiti inesprimibili” (Lett. ai Romani, cap. 8, vers. 26/27).
         Come avere il dono delle lingue? Chiedendolo al donatore. Chiedendo a coloro che già hanno il     dono delle lingue di pregare su di te oppure appartandoti da solo e chiedendolo a Gesù. Ma è                     importante che tu vada davanti a Gesù come un bambino, lasciando il tuo orgoglio guardando a Gesù     con gli occhi della fede ed emettendo dei suoni senza alcun senso verso di Lui. Questo è il dono delle    lingue.

Ringrazia e loda il Signore con il canto in lingue.

- Che cosa è l’unzione?
    “Ti dico subito che non si tratta del “Sacramento degli infermi”, ma di una estensione e radiazione          del sacramento stesso. È una forma di preghiera che riempie di grazia e che può essere fatta anche          dai laici.
- Perchè facciamo l’unzione Sacramentale?
    Perchè ce lo ha detto Gesù:
    - Nel Vangelo secondo Matteo cap. 6, vers. 13 “...scacciavamo molti demoni, ungevano di olio          molti infermi e li guarivano”.
    - Nella lettera di Giacomo cap. 5, vers. 14 “...chi è malato, chiami a se i presbiteri della chiesa e          preghino su di lui dopo avendo unto con olio, nel nome del Signore”.
- Perchè durante l’unzione alcune persone impongono le mani?
    Perchè ce lo ha detto Gesù:
    - Nel Vangelo secondo Marco cap. 16, vers. 15/20 “...Imporranno le mani ai malati e questi                   guariranno”.
    - Negli Atti degli Apostoli cap. 9, vers. 17 “...allora Anania andò gli impose le mani edisse... ed          improvvisamente gli caddero dagli occhi come delle squame e ricuperò la vista”.
    - Negli Atti degli Apostoli cap. 13, vers. 13 “...allora dopo aver digiunato e pregato imposero loro          le mani e li accomiatarono”.
- Cosa è la Parola di conoscenza?
    Durante la preghiera per la guarigione può venire una Parola di conoscenza - che viene dal Signore  - è     un carisma che oggi ci rinnova nella Chiesa. Il Signore rivela alcune guarigioni che sta facendo                     nell’Assemblea e questa parola si presenta come una profezia con una grande certezza e deve essere        annunciata poiché non è nostra ma è per l’Assemblea.
- Cosa dobbiamo testimoniare, ed in che modo?
    Dobbiamo fare un atto di fede testimoniando la potenza dell’amore misericordioso del Signore per        ciascuno di noi.

    Per la lode e la gloria del Signore Gesù ti chiediamo di fare la testimonianza della tua guarigione                 possibilmente scritta e lasciando un tuo recapito nell’apposito cestino delle “Testimonianze” oppure             contattando una persona del servizio (hanno un cartellino di riconoscimento) alla fine della Messa.
    In tal modo ringrazierai il Signore per ciò che ha fatto per te e Lo farai conoscere a tutti coloro che             ancora non Lo conoscono.

    Per approfondire la conoscenza di quanto trovi in questo foglio e se volessi unirti ad un Gruppo di             preghiera del Rinnovamento nello Spirito ti preghiamo di rivolgerti ai fratelli del servizio. Ti sapranno         indicare quello che sarà più vicino alla tua dimora.

     TI RICORDIAMO DI:

1)   Non chiedere Preghiere dopo la Messa.
                   È GESÙ CHE GUARISCE!      NON L’UOMO
       E, la Messa è più importante di qualsiasi altra preghiera.

2)   Di unirti a tutta la concelebrazione nel massimo raccoglimento e con
      fede. Prega insieme a tutti noi uniti nell’amore in un corpo unico.

3)  Se dopo la “Preghiera di guarigione” specialmente quella “dai ricordi” viene rimosso qualche cosa      del passato, ti suggeriamo di darlo subito a Gesù. Parlane se vuoi con qualcuno di tua fiducia ma, con       l’unico scopo, di condividerlo pregando.

4)   In alcuni punti della Chiesa troverai:
      - Il cestino per le “Preghiere” dove potrai mettere il caso “particolare” a te affidato e per il quale ti          assicuriamo la continua preghiera da parte di tutti i fratelli del gruppo cui facciamo parte;
      - Il tavolo per le “testimonianze” al centro della chiesa

Ti preghiamo di rispettare l’ordine seguendo le istruzioni che vengono date di volta in volta sia per ricevere la Santa Comunione che per ricevere l’unzione.
Inoltre se senti di poter dare in qualche modo la tua disponibilità per il servizio in genere o per il servizio del canto a favore dell’Assemblea, la tua preghiera sarà doppiamente gradita al Signore.
Ringraziamo il Rettore della Chiesa di S. Ignazio che ci ospita, tutti i Sacerdoti che concelebrano, il servizio del canto, tutte le persone del servizio e della preghiera di intercessione ma soprattutto, vogliamo ringraziare te, proprio te, che insieme a tutti noi ti unisci nella preghiera di Gesù al Padre Celeste.
Ti aspettiamo insieme ai tuoi fratelli che ancora non conoscono Gesù e mettiamo, tutti i tuoi problemi nel Suo “Cuore Misericordioso”.

                                                                                                               Luciana Pecoraio

messa_m

indietrotorna_sopra

nascita_comunitàinfo_notizieintenzioni_preghieracontattilink